La realtà dell'uomo, con i suoi comportamenti, le sue miserie e sofferenze è centrale in tutta la mia produzione documentale ed espressiva. L' approccio alla persona umana mi trova sempre in atteggiamento di ascolto e in spirito di comprensione e partecipazione alle sue problematiche. Capire e riflettere per conoscere le pieghe recondite e le dinamiche psicologiche dell'anima individuale e del gruppo sociale. Così nei disegni mi soffermo spesso sul male di vivere, sui dolori provocati da altri uomini, in un vortice infernale e malefico, che sembra ineluttabile e immodificabile, nonostante gli insegnamenti della storia. La bestia che abita in noi non ci abbandona, ci soggioga e non ce ne rendiamo nemmeno conto, anzi ci spinge nel branco famelico di violenza e sopraffazione.  Così appagati ci sentiamo forti, veri e propri homo homini lupus.  A quando la costruzione di  una società più giusta e pacifica, rispettosa dell'essere umano basata anche sui valori civili e religiosi della nostra tradizione, che richiamano alla tolleranza e alla convivenza solidale ?