Vai al contenuto

Contursi Terme (SA) il 7 agosto festeggia il patrono San Donato. All'interno delle celebrazioni religiose nel santuario della Madonna delle Grazie, ancora nel 1992 era in uso l'antico rito della pesatura con la benedizione dei bambini e il dono del grano, finalizzato a impetrare l' alto patrocinio del santo per la salute mentale e corporale dei piccoli. In quell'anno oltre 20 sacchi di grano furono deposti attorno alla vecchia bilancia di legno con i piatti tondi messi a terra. Un rituale simbolico quindi, ma significativo e presente fino a qualche decennio fa in diversi luoghi dell'Italia centro-meridionale. ...continua a leggere "Contursi, pesatura e benedizione dei bambini"

Cercepiccola (CB) festeggia ogni 7 agosto il patrono San Donato, a cui da tempi remoti si attribuisce la virtù di debellare l'epilessia e i disturbi psichici in generale, attraverso la sua potente intercessione presso Dio.
Nella chiesa santuario di Cercepiccola venivano in gran numero in pellegrinaggio dal circondario devoti per chiedere protezione o guarigione dal terribile male, specialmente per i bambini.  ...continua a leggere "Cercepiccola, pesatura e benedizione dei bambini"

A Pacentro (AQ) la prima domenica di settembre si svolge la corsa podistica degli Zingari. Sono i giovani del paese chiamati così perché affrontano scalzi il percorso della gara dal colle Ardinghi, posto di fronte al borgo, fino alla chiesetta della Madonna di Loreto, in onore della quale si festeggia detto giorno. I giovani, maggiorenni o con autorizzazione firmata dal genitore, se minorenni, affrontano una prova dura e altamente rischiosa, unica in Italia con queste modalità. Il tragitto iniziale, quasi a precipizio sulla sottostante valle del torrente Vella, disseminato di sassaie, rovi, rocce acuminate e dirupi, lacera i piedi, e non solo , dei concorrenti, che stremati all'arrivo hanno bisogno di un pronto intervento medico, per curare le ferite. ...continua a leggere "La corsa degli Zingari 2000"

Civitella Roveto (AQ) festeggia solennemente il 24 giugno il patrono San Giovanni Battista. Nel rispetto di una remota tradizione la comunità a notte fonda si reca nel sottostante fiume Liri per il bagno rituale , considerato generalmente benefico per la salute e perfino terapeutico, dal momento che in quella notte si dice che l’acqua fluviale viene benedetta proprio da san Giovanni, rendendola foriera di particolari virtù curative. ...continua a leggere "Civitella Roveto 1985 bagno nel Liri"

A Pacentro (AQ) la prima domenica di settembre si svolge la corsa podistica degli Zingari. Sono i giovani del paese chiamati così perché affrontano scalzi il percorso della gara dal colle Ardinghi, posto di fronte al borgo, fino alla chiesetta della Madonna di Loreto, in onore della quale si festeggia detto giorno. I giovani, maggiorenni o con autorizzazione firmata dal genitore, se minorenni, affrontano una prova dura e altamente rischiosa, unica in Italia con queste modalità. Il tragitto iniziale, quasi a precipizio sulla sottostante valle del torrente Vella, disseminato di sassaie, rovi, rocce acuminate e dirupi, lacera i piedi, e non solo , dei concorrenti, che stremati all'arrivo hanno bisogno di un pronto intervento medico, per curare le ferite. ...continua a leggere "La corsa degli Zingari 1990"

A Pacentro (AQ) la prima domenica di settembre si svolge la corsa podistica degli Zingari. Sono i giovani del paese chiamati così perché affrontano scalzi il percorso della gara dal colle Ardinghi, posto di fronte al borgo, fino alla chiesetta della Madonna di Loreto, in onore della quale si festeggia detto giorno. I giovani, maggiorenni o con autorizzazione firmata dal genitore, se minorenni, affrontano una prova dura e altamente rischiosa, unica in Italia con queste modalità. Il tragitto iniziale, quasi a precipizio sulla sottostante valle del torrente Vella, disseminato di sassaie, rovi, rocce acuminate e dirupi, lacera i piedi, e non solo , dei concorrenti, che stremati all'arrivo hanno bisogno di un pronto intervento medico, per curare le ferite. ...continua a leggere "La corsa degli Zingari 1980"

A Marta, provincia di Viterbo, il 14 maggio si festeggia la Madonna del Monte con una caratteristica processione per soli uomini, riuniti in quattro corporazioni ( casenghi, bovari, villani e pescatori), che portano in offerta alla Vergine i frutti della terra e pesci del lago di Bolsena. Si uniscono al corteo storico diretto al vicino santuario carretti e carri di varie dimensioni, abbelliti con ogni sorta di frutti, fiori, vegetali, cibarie, in un tripudio di canti, inni e acclamazioni. ...continua a leggere "La Madonna del Monte 1994"

A Barisciano (AQ) nella festa di San Giovanni Battista si conserva la tradizione dei salti sul fuoco, in cui si cimentano i giovani del paese. Il rituale, che si inserisce in una complessità di usanze magico-religiose relative al solstizio d'estate, in passato svolgeva una funzione propiziatrice e protettiva nei confronti sia della natura che degli individui e perfino contro incantesimi e stregonerie. ...continua a leggere "Salti sul fuoco a Barisciano"